top of page

DOLOMITI

Rifugio Puez e anello della Val Longia

Escursione ad anello su un balcone affacciato sulla gola della Val Longia.
Hike-difficulty-icon.png
E
Hike-duration-icon.png
6:30 h
Hike-extension-icon.png
16 km
Hike-elevation-icon.png
Hike-rating-icon.png
1030
8
description

ESCURSIONE

La Val Longia (Langental) è un incavo di 6km che si estende dritto nel cuore del gruppo del Puez-Odle. Con questa escursione ne percorriamo prima il fondovalle, poi scavalchiamo a sinistra per guadagnarne la balconata.


Dal parcheggio (m1600, 5€) della Val Longia / Wolkenstein (ruderi di un antico castello poco distante), prendiamo a camminare sul fondo della lunga Val Longia fra prati verdissimi, tosati da erbivori famelici. Intorno, torrioni rocciosi verticali incoronati da abeti. In prossimità di Pra da Ri, prendiamo il sentiero 16 che prende a salire sulla sinistra. Piano piano, il Sassopiatto fa capolino alla fine della valle. Un ultimo strappo in salita fa zig-zag alle pendici di una parete verticale spettacolare - facendo un po' di corna, speriamo non cadano sassi.


Sassopiatto dalla Val Longia
Gara di verticalità fra Sassolungo e Val Longia — chi vincerà?

Raggiunta la sommità dello "scalino" geologico della Val Longia, ci siamo lasciati alle spalle il grosso del dislivello. Ora passeggiamo in falsopiano su una balconata erbosa fino al Rifugio Puez (Puezhütte, m2475, 2:45 ore).


Sempre in falsopiano continuiamo fino alla Forcella de Ciampei (m2366) e poi scavalchiamo al Pares de Crespeina (m2528, 1:30 ore) passando per il bel Lech de Crespeina. Qui parte il Toto Massi — c'è un pinnacolo a forma di cavallo degli scacchi, e un enorme masso a forma di balena.


Pares de Crespeina e Val de Chedul
La discesa dal Pares de Crespeina nella Val de Chedul. Invece di prendere il sentiero di fondovalle (sui prati nella foto) passiamo prima per il Jeuf de Cir col sentiero su ghiaione sulla sinistra della foto.

Terminata la caccia al masso, scendiamo nella bella Val de Chedul, parallela alla Val Longia. Ma invece di scendere direttamente in valle, ci manteniamo alti col sentiero di sinistra, per raggiungere il Jeuf de Cir (m2462, 20 minuti). Da qui possiamo ammirare un bizzarro incisivo roccioso alto 20 o 30 metri (Danter la Pizes sulle mappe), e dietro il muraglione roccioso del Gruppo del Sella — forse una delle viste più belle sul Gruppo del Sella, con il verdeggiante Passo Gardena subito sotto.


Escursione Jeuf de Cir e Gruppo del Sella
Il bizzarro pinnacolo visto dal Jeuf de Cir. Alle sue spalle, la muraglia del Gruppo del Sella.

Non scendiamo però da questa parte, ma dalla Val de Chedul alle nostre spalle — la percorriamo per intero fino al parcheggio (m1600, 1:45 ore).

Mappa

MAPPA

Foto

FOTOGRAFIE

COSA PORTARE

La montagna è un ambiente pericoloso: assicurati di avere sempre l'attrezzatura adeguata — scarpe da escursionismo o trail, vestiti pesanti e impermeabili in caso di cambiamenti inaspettati delle condizioni metereologiche, un piccolo kit di emergenza.

 

Ho fatto una "nota della spesa" Amazon per verificare che tu abbia tutto — p.s. se compri da questi link, il 3% va a sostenere lo sviluppo e il mantenimento di Hikes of the World 🙏.

 

  • Maglietta traspirante (esempio)

  • Felpa, pile, o giacca leggera

  • Giacca a vento impermeabile (per esempio: uomo / donna)

  • Guanti e berretto (non si sa mai)

  • Zaino con copertura per la pioggia

  • Bastoncini da trekking (non indispensabili, ma aiutano a scaricare il peso dello zaino e ad alleggerire i colpi alle articolazioni)

  • Scarpe da trekking o da trail running (in gran voga ultimamente perché leggere. Queste Salomon — uomo e donna — sono un ottimo entry-level, meglio se Gore-Tex)

  • Per ferrate: kit completo da ferrata (io ho questo, molto leggero e compatto, con questo imbrago ed elmetto — o puoi comprare kit completi). Compra in negozio per ricevere supporto ad hoc

  • Per dormire una notte in rifugio: lenzuolo sacco o sacco a pelo leggero

  • Borraccia o thermos

  • Ramponcini leggeri se pensi di trovare ghiaccio o neve sul percorso

  • Power bank o caricatore per il cellulare

  • Macchina fotografica

  • Drone, per chi ama "volare" (usato con moderazione e a distanza da altre persone. Ho il DJI Mini 2 da oltre 2 anni e mi ci sono trovato molto bene. Il DJI Mini 3 permette anche di scattare fotografie in verticale)

  • Piccolo kit di emergenza (esempio)

  • Crema da sole (indispensabile)

  • Occhiali da sole

ESCURSIONI NELLA STESSA REGIONE

bottom of page